The Sound of People

Serata di inaugurazione il 1 Settembre 2012 alle ore 18:30.
Dal 2 al 7 Settembre 2012 dalle ore 17:00 alle 21:00, istallazione audio per la città dell'Aquila, in Via Bominaco, Via Accursio e Via Tempera.

Ci trovate presso la Casetta degli Alpini - Piazza S. Bernardino, L'Aquila
Il Suono della Gente
Una visione di un suono, un percorso in un luogo di voci registrate di gente che non c’e più…
Le campane che suonano, la finestra che si chiude, i bambini che giocano, i vicini che parlano, il suono di una sirena, il cane che abbaia, la madre premurosa che urla al figlio, una portiera di una macchina che si chiude e il suono dei passi svelti della gente.
Far rivivere i suoni in una strada dimenticata come fosse un giorno normale, quindi lo spettatore: il cittadino dell’Aquila, potrà rievocare i suoni di una quotidianità svanita, con la speranza che un giorno ritornano.
Un omaggio alla gente dell’Aquila e ai suoi luoghi in attesa di rinascere, uno stimolo per andare avanti. Un modo diverso per osservare meglio chi siamo, da dove veniamo e come vivere in un luogo profondamente ferito.
Una poesia in suoni che deve essere ricordata perchè solo con la memoria possiamo cambiare.
Una struttura audio di suoni registrati collocati in quattro vicoli del centro storico con un punto di riferimento: la presenza di un pianoforte che rappresenta un gesto simbolico di rinascita della città. Una sorta di poesia melodica che accompagna l’installazione nel momento finale del percorso, la fine di un giorno.
L’installazione–audio durerà tre giorni.
Ideatrice-Curatrice, Anna Dusi
Camminare oggi per le strade e soprattutto per i vicoli di una città abbandonata come è oggi il centro storico dell'Aquila rappresenta una esperienza che può essere a tratti sconvolgente: a colpire più di ogni altra cosa, anche del degrado e dell'abbandono, è la consapevolezza, che matura passo dopo passo nel visitatore, del costante e lento processo di impoverimento del significato intimo di quei luoghi e quindi dell'assoluta necessità del ritorno a forme di interazione "umana" con quelle pietre, con quelle mura, con quei vicoli, che non siano solo un atto dovuto, una visita pietosa, un doloroso e frettoloso ritorno. In poche parole il flusso della vita nelle vene della città, anche simbolicamente, anche solo per un breve, intenso e vissuto momento di riflessione ma anche di rinascita psicologica! L'Istituto Cinematografico dell'Aquila ha accolto con grande entusiasmo l'idea dell'artista di Anna Dusi, aquilana di origine e membro dell'Associazione "Save L'Aquila Project”, Il progetto di Anna Dusi e’ mirato alla realizzazione di una installazione sonora in alcune zone della cosiddetta "zona rossa" della città: suoni di vita comune, voci, rumori, in forma di autentica linfa della vita. Il progetto si propone infatti di far rivivere gli antichi suoni della città, in una sorta di percorso guidato attraverso alcune vie del centro storico, accompagnando e stimolando il visitatore a cercare altri rumori, altre tracce di vita, fino a condurli in piccoli luoghi in cui alcuni giovani artisti e musicisti del luogo li attenderanno con la loro musica. Il nostro Istituto crede da sempre nel grande potere evocativo e "sociale" dell'arte, concetto in fondo alla base del significato primo e intimo del cinema, che dalla sua nascita ad oggi ha saputo, in particolari momenti storici, non solo descrivere ma anche aiutare, stimolare, far riflettere. Suoni nella città non morta, ma solo ferita: anche nelle piante più secche e abbandonate una sola stilla di linfa significa vita.
Direttore Artistico, Piercesare Stagni
L'ideatrice, Anna Dusi
Anna Dusi nata a Milano, ha iniziato a creare arte durante la sua adolescenza.
Ha iniziato a dipingere insoliti "esseri umani" chiamati "buffoni", con una tecnica informale. Alla fine degli anni '90 si trasferisce a New York, dove raggiunge una maggiore maturità artistica. Da allora non si è fermata nella sua ricerca e sperimentazione di nuove forme.
Nel 2002 si trasferisce a Los Angeles e partecipa a varie mostre sviluppando anche un interesse per il visivo creando lavori come Art Director e Scenografa per cortometraggi e video musicali.
Dal 2009 è tra le curatrici della Galleria d'Arte ADC, fondata a Los Angeles da un gruppo di quattro donne. Vive e lavora a Los Angeles.
The Sound of people
The Sound of People